Attivata la sezione “La mia famiglia” nella versione Web del Windows Phone Store

Microsoft ha recentemente attivato la sezione “La mia famiglia” nella versione web del Windows Phone Store che permetterà di controllare gli acquisti di app e giochi dei propri figli.

Questa funzionalità è stata creata per consentire o meno i download dal Windows Phone Store ai bambini e ragazzi minori di 18 anni, impostando le categorie di giochi e apps a cui potranno accedere. Permetterà dunque un controllo discreto su ciò che i propri figli in possesso di un device Windows Phone possono scaricare nonché di gestire le impostazioni di download del Windows Phone Store.

Per attivare questa funzionalità basterà accedere a questa pagina dedicata (il link di accesso è visibile anche passando il mouse sul proprio nome in alto a destra di ogni pagina del Windows Phone Store) e aggiungere l’account Microsoft in uso dal proprio figlio per accedere al suo telefono e accettare le Condizioni per l’utilizzo. Se il proprio figlio possiede un Windows Phone 8, sarà possibile gestire anche le sue impostazioni di download per giochi e app, tra cui le classifiche dei giochi.

Per ulteriori dettagli cliccate qui.

La mia famiglia

La mia famiglia

25 Commenti

Aggiungi un commento

     

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.

+
LG Lancet
LG Lancet, specifiche e prezzo di vendita in USA tramite Verizon svelati ufficialmente
Lumia 540 Dual SIM
Lumia 540 Dual SIM, specifiche tecniche, foto e video ufficiali
Surface 3
Surface 3, specifiche tecniche e immagini ufficiali
KAZAM Thunder 450W
KAZAM Thunder 450W, specifiche tecniche complete e foto ufficiali
Microsoft Lumia 640 LTE
Lumia 640 LTE, impressioni e confronto con Lumia 640 XL nella nostra video recensione
Xiaomi Piston 3
Recensione degli auricolari Xiaomi Piston 3 (compatibili anche con i dispositivi Windows Phone)
Auricolari Comfort WH-308
Auricolari Comfort WH-308, hands on e prime impressioni
Lumia 640 XL
Microsoft Lumia 640 XL, caratteristiche e impressioni nella nostra video recensione