Shadow Brokers: dopo WannaCry ci saranno altri attacchi informatici, e colpiranno anche i PC con Windows 10!

WannaCry

WannaCry

Come tutti ben saprete, lo scorso venerdì è stato sferrato il più grande attacco ransomware della storia. La cosiddetta versione WannaCry del ransomware è “esplosa” in oltre 100 Paesi, tra cui il Regno Unito, dove ha paralizzato diversi ospedali, e la Spagna, dove ha messo ko alcuni servizi di telecomunicazioni. Tutto questo grazie ad una vulnerabilità del protocollo di condivisione file di Windows, scoperta solo di recente e a cui molte aziende ed enti pubblici ancora non hanno posto rimedio.

Per chi non lo sapesse, il ransomware è un virus programmato per infettare PC e server con Windows OS. Di norma si attiva quando un utente fa clic su un link oppure apre un allegato ricevuto in una email e ha il fine di bloccare tutti i file presenti nel dispositivo attraverso una criptazione infallibile. Infatti, lo sblocco dei file avviene utilizzando l’apposita chiave di decriptazione ottenibile solo se si paga un “riscatto” (in Bitcoin) agli hacker delinquenti. Se ci si rifiuta di pagare, i file rimarranno criptati oppure eliminati senza possibilità di recupero. Alcune varianti sofisticate del ransomware, come la WannaCry di cui sopra, hanno anche capacità worm ovvero sono in grado di infettare altri PC e server collegati alla medesima rete e dunque di propagare l’infezione molto velocemente.

Il gruppo di hacker delinquenti accusato di aver agevolato l’attacco ransomware WannaCry, auto identificatosi con il nome “Shadow Brokers”, ha fatto sapere attraverso i propri canali di comunicazione che a partire dal prossimo mese di giugno ci saranno altri attacchi informatici. Questo, molto probabilmente, avverrà in seguito alla messa in vendita del software, sottratto alla National Security Agency degli USA, che permette di accedere indisturbati (per motivi di spionaggio) ai PC, telefoni cellulari, router e, attraverso nuovi exploits, anche ai dispositivi con Windows 10. Dunque i nuovi attacchi non colpiranno solo i PC con vecchie versioni di Windows, come avvenuto la scorsa settimana, ma anche quelli che dispongono dell’ultima versione del sistema operativo di Microsoft. Quindi, nessuno sarà al sicuro!

Inoltre, gli attacchi che potrebbero partire dal prossimo giugno, ha dichiarato il gruppo di delinquenti di Shadow Brokers, saranno in grado di colpire il sistema internazionale di trasferimento di denaro SWIFT ma anche quelli che gestiscono i programmi nucleari e missilistici di Russia, Cina, Iran e Corea del Nord, con conseguenze catastrofiche per l’intero pianeta.

Intanto, le accuse reciproche tra Microsoft e gli 007 della National Security Agency degli Stati Uniti non si placano. L’altro ieri l’azienda di Redmond aveva puntato il dito contro la NSA per aver sviluppato i virus ed esserseli fatti poi sottrarre ma il governo degli Stati Uniti, in un briefing della Casa Bianca, ha rigettato le accuse sostenendo che questi malware non sono stati sviluppati dalla NSA bensì da criminali o stati-nazioni straniere ostili. L’ex capo del Government Communications Headquarters britannico, ente omologo alla NSA americana, appoggia la tesi del governo USA e nel contempo accusa Microsoft di non aver garantito standard di protezione adeguati in Windows XP (la versione di Windows più colpita da WannaCry).

Voi cosa pensate di questa storia? Dite la vostra nei commenti.



29 Commenti

  1. ☏ Luca
    • ☏ TizioBj
    • ☏ TizioBj
  2. ☏ ninog
  3. ☏ DamianoAurelio
  4. ☏ michelino
  5. ☏ Jacob
  6. ☏ ale950xl
  7. ☏ Riccardo
  8. ☏ olafnotto
  9. ☏ fefebarret
    • ☏ Riccardo
  10. ☏ cosimo
    • ☏ michelino
      • ☏ cosimo
  11. ☏ OrsoBruno
  12. ☏ IIIikeX
    • ☏ Bona735
    • ☏ strappy
    • ☏ Mirko Lumia 640 LTE
    • ☏ Alina8
  13. ☏ Bona735
  14. ☏ Bona735
  15. ☏ Mirko Lumia 640 LTE
  16. ☏ 950 andre
  17. ☏ DreT
  18. ☏ MauroLumia930
  19. ☏ fox
  20. o.t

Aggiungi un commento