Aspettando Mango: Zune, XBox Live and gaming

Questa volta parleremo di Zune, dell’integrazione Xbox Live e delle novità apportate nel campo del gaming. Per prima cosa parleremo di un miglioramento introdotto in Mango di cui si parla poco ma che interessa a tutti coloro che con il proprio WP si dilettano con i giochi di Xbox Live. Tutti i videogiochi per Windows Phone sono stati creati con XNA Game Studio, un ottimo framework per lo sviluppo di giochi per PC, Xbox, Zune e Windows Phone. Una curiosità, nota soltanto ai programmatori in tale ambiente, è la limitazione a 30 frame per secondo a cui un gioco sviluppato in XNA possa essere renderizzato su schermo, che si traduce in una limitazione alla fluidità con cui un gioco prende vita sui nostri Windows Phone. In Mango tale limitazione è stata rimossa, per cui possiamo aspettarci giochi più fluidi, un’esperienza di gioco generale più piacevole e soprattutto potremo porre fine alle vanterie dei nostri amici con i loro iPhone o Android di turno.

Dando uno sguardo al Games Hub, possiamo subito notare una veste grafica completamente nuova che, pur mantenendo coerenza con lo spirito dell’interfaccia Metro, rende ancora più piacevole l’esperienza d’uso. L’app Xbox Live Extras è ora finalmente integrata e la foto del nostro avatar ha lasciato il posto ad un modello tridimensionale dello stesso, il tutto con animazioni molto fluide. La sezione “in evidenza” è stata cambiata per rispecchiare maggiormente la controparte Xbox, e bisogna dire che è decisamente più piacevole.

Sul fronte ludico, potremo aspettarci una nuova ondata di nuovi giochi multiplayer, grazie al supporto dei socket TCP, tanto atteso dai programmatori.

Ma ora veniamo alle novità introdotte nel player Zune. Personalmente ritengo che Zune sia il miglior player mobile attualmente in circolazione. Ho avuto modo di provare l’iPod integrato nell’iPhone, il player di Android e quelli di altri sistemi come Symbian, ma nessuno offre un’esperienza visiva così piacevole come quella di Zune a mio parere. Tornando alle novità, osservando la schermata principale che ci offre l’Hub musica e video, possiamo notare un restyling delle sezioni cronologia e novità, divenute ora ancora più gradevoli e funzionali.

Altre interessanti novità le possiamo trovare riguardo ai controlli di riproduzione, che sono stati spostati dalla parte inferiore alla parte superiore della schermata, in modo da allinearli con quelli che ritroviamo nel pannello di controllo volume e nel lock screen. Parlando di quest’ultimo, Microsoft ha fatto un ottimo lavoro per transformalo in una vetrina ancora più personale: dalle impostazioni è infatti possibile permettere a Zune di visualizzare la cover dell’artista direttamente nel lock screen. Una aggiunta interessante per dare un tocco ancora più personale e ancora più live al nostro dispositivo.

Coinvolte nel restyling, troviamo anche le opzioni di shuffle, ripeti e classifica, non più raggiungibili toccando la cover della canzone in riproduzione (non lo sapevate vero?), bensì posizionate in bella vista a lato della stessa. Tale accorgimento è stato dettato dalla difficoltà con cui la maggioranza degli utenti è riuscita ad accorgersi della loro presenza.

In conclusione, le migliorie introdotte per Zune, Xbox Live e il gaming in generale sono molte, la maggior parte di piccola portata, ma che nel mucchio possono veramente fare la differenza per la user experience, elevando ancora di più il Windows Phone tra gli smartphone.

Scopri le offerte

2 Commenti

  1. Mark Ride
    • Lombo

Aggiungi un commento

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.

Leggi e commenta gli articoli di Windowsteca dalla nostraApp per Android e Windows Phone
+