Microsoft Research ci illustra alcuni concept di nuove modalità d’interazione con i dispositivi mobili (video)

Microsoft Research

Microsoft Research

Dai laboratori di ricerca di Microsoft ci giungono i video dimostrativi di alcune interessanti invenzioni che, in un prossimo futuro, potrebbero essere introdotte su smartphone e tablet al fine di ampliarne le possibilità di interazione e renderli più user friendly. E’ bene sottolineare che si tratta di progetti ancora in fase di sviluppo e non è dato sapere quando e se effettivamente saranno trasformati in realtà così come ci vengono mostrati.

Nel primo video illustrativo che vi proponiamo di seguito vedrete il funzionamento di FlexSense, una pellicola sottile e trasparente dotata di sensori piezoelettrici (stampati) capace di trasformare in input le flessioni e le deformazioni della pellicola stessa. FlexSense può essere impiegata in vari ambiti, come ad esempio nei giochi, nella grafica computerizzata e per una varietà di interazioni 2,5 D.

Nel secondo video vedrete come la fotocamera di uno smartphone possa essere utilizzata anche per interpretare e trasformare in input le gesture di una mano. Il progetto, denominato In-Air Gesture, ha l’obiettivo di estendere la primaria modalità di input dei dispositivi mobili, il touchscreen, attraverso l’impiego di gesture in grado di essere interpretate anche nello “spazio 3D” che circonda i device.

Il terzo video è dedicato al RichReview, un sistema che permette di arricchire documenti di testo con annotazioni, modifiche e aggiunte effettuate mediante la scrittura a mano libera con una penna digitale ma anche con registrazioni vocali. Un’invenzione che, se messa in “commercio”, troverà sicuramente il pieno accoglimento di studenti e professionisti che fanno largo utilizzo di documenti di testo per le proprie attività.

RoomAlive, che potete vedere nel quarto e ultimo video, è invece l’implementazione di IllumiRoom di cui vi avevamo già parlato qualche tempo fa in questo articolo. Il concept ha l’obiettivo di trasformare una qualsiasi stanza in un coinvolgente ambiente per l’intrattenimento basato sulla realtà aumentata. Grazie all’uso di una serie di proiettori supportati da sensori Kinect l’utente sarà in grado di toccare, tirare, calpestare, schivare e orientare i contenuti proiettati come se si trovassero realmente nell’ambiente circostante.

Guardate e dite la vostra nei commenti. E se volete ulteriori informazioni su questi progetti visitate il sito ufficiale di Microsoft Research.





Scopri le offerte

16 Commenti

  1. ☏ FrankMan1
  2. ☏ miki
    • ☏ March630
  3. ☏ Kaori
  4. ☏ Jack
    • ☏ valerio.sic97 625
      • ☏ valerio.sic97 625
    • ☏ Paolo
  5. ☏ Kaori
    • ☏ Paolo925
      • ☏ Kaori
  6. ☏ Jack
  7. ☏ Altir
  8. ☏ stingray5
  9. ☏ Andrew930
  10. ☏ Paolo

Aggiungi un commento

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.

Leggi e commenta gli articoli di Windowsteca dalla nostraApp per Android e Windows Phone
+