Ecco come Google pensa di sottrarre a Microsoft l’80% degli utenti Office

Office

Office

Risale a dieci anni fa il lancio da parte di Google di alcune applicazioni finalizzate alla produttività basate sul web. Una vera dichiarazione di guerra nei confronti della suite Microsoft Office, che da sempre domina il settore. Alcuni analisti avevano previsto una sensibile diminuzione delle quote di mercato del colosso di Redmond nel campo dei software d’ufficio, ma ciò fin ora non si è verificato, anche a causa della qualità inferiore delle proposte di Google.

Ora però l’azienda di Mountain View è un avversario potente, che possiede le risorse giuste per ostacolare il monopolio di Microsoft come dimostrano i risultati positivi del 2014 relativi alla penetrazione nelle imprese dei propri servizi basati sul web e sul cloud.

Neanche Microsoft però è stata con le mani in mano. Secondo i dati finanziari dell’ultimo trimestre i servizi Cloud hanno visto un aumento su base annua pari al 114%. Google, comunque, sembra convinta delle proprie possibilità, tanto da diffondere un piano diviso in sette tappe attraverso il quale ritiene di riuscire a strappare ben l’80% dell’utenza Microsoft Office.

Siamo pronti per questo ora. Penso che negli ultimi 12 mesi abbiamo dato prova a) a noi stessi e b) al mercato, che le Google App sono pronte per essere adottate da gran parte delle imprese.

Amit Singh, presidente di Google for Work, ha stilato il seguente piano per consentire a Google di raggiungere il suddetto obbiettivo:

  • Assicurarsi che le App di Google offrano circa l’85-90% delle funzionalità di Microsoft Office.
  • Non curarsi del restante 10-15% delle funzioni, richieste più che altro dagli utilizzatori esperti di Excel, che rappresentano una minoranza tra gli impiegati delle compagnie.
  • Garantire pieno supporto ai documenti Office. A tal fine Google ha acquisito Quickoffice che “renderizza perfettamente (i file office), così che si potranno effettuare modifiche e condividerli, nel formato Office nativo”, sostiene Singh.
  • Non provare a convincere le imprese a convertirsi da Microsoft Office alle Google App. Sarebbe pretenzioso pensare che le imprese smettano di utilizzare Office di punto in bianco. L’obiettivo di Google è offrire le sue App in aggiunta a quelle di Microsoft, così che le compagnie smettano gradualmente di acquistare le costose licenze Office, in favore delle più economiche proposte del colosso di Mountain View.
  • Insegnare come diventare utilizzatori esperti. A questo scopo Google ha istituito una comunità di Power User, pronti a insegnare e a scrivere semplici tutorial, chiamata Google Apps Learning Center. Si tratta di un programma simile al ben più prestigioso Microsoft Most Valuable Professional.
  • Ottenere nuovi clienti legati all’ecosistema creato da Google negli anni.
  • Mostrare come il cloud di Google può aiutare gli impiegati a lavorare in mobilità.

Un piano ambizioso quello di Google, cui Microsoft non mancherà di rispondere con forza adottando provvedimenti efficaci per impedire che ciò si realizzi.

Alla luce di quanto dichiarato da Amit Singh, la scelta di Microsoft di portare la suite di applicazioni Office su Android e iOS potrebbe rivelarsi azzeccata, al fine di tener stretti gli utenti che già utilizzano il famoso pacchetto per desktop. Secondo le ultime stime, Office per iOS ha generato più di 80 milioni di download, un dato che conferma il successo dell’operazione. Inoltre Office 2016 si prospetta, non solo ancora più completo e funzionale, ma anche ben ottimizzato per il massimo rendimento su dispositivi touchscreen.

Secondo voi Microsoft dovrebbe temere l’attacco di Google sul fronte della produttività? Dite la vostra nei commenti.

Scopri le offerte

103 Commenti

  1. ☏ ginetto
    • ☏ monte lumia 620
      • ☏ Marco
        • ☏ luigi.920
          • ☏ Ufo Gantozzi
          • ☏ jackcicci
          • ☏ nerchiaman
          • ☏ Nico
      • ☏ ginetto
    • ☏ michele925
      • ☏ jackcicci
  2. ☏ phede86
    • ☏ Walker
    • ☏ daniele830
    • ☏ ivan
    • ☏ nerchiaman
    • ☏ Samu
    • ☏ massimo
    • ☏ lumia535e lumia 930
  3. ☏ asoap
    • ☏ massimo
      • ☏ bonsai
      • ☏ ivan
    • ☏ Matthew 1020
  4. ☏ sugar
    • ☏ simone
      • ☏ Paolo
      • ☏ Matthew 1020
  5. ☏ Jack
    • ☏ Krusty
      • ☏ Stefano
        • ☏ Jack
  6. ☏ winforever
  7. ☏ Strelok Lumia 925
  8. ☏ Bizza
  9. ☏ ILCONDOTTIERO
  10. ☏ scomarco
  11. ☏ kalium
    • ☏ ILCONDOTTIERO
      • ☏ Fire&Ice
  12. ☏ Andrea+925
    • ☏ Marco
  13. ☏ simonelumia925
  14. ☏ scomarco lumia930<3
  15. ☏ Schaduw_735
    • ☏ TheMinority
    • ☏ pier
    • ☏ ghiso930
    • ☏ kalium
      • ☏ bonsai
  16. ☏ piroaerox
  17. ☏ scomarco lumia930<3
  18. ☏ Carlo
  19. ☏ Paolo
  20. ☏ PatrickPerazzini
    • ☏ PatrickPerazzini
  21. ☏ marcoesse Lumia930
  22. ☏ Ale
  23. ☏ Ale
    • ☏ ironeragon
  24. ☏ Gianni
  25. ☏ Lucas520
  26. ☏ BioLumia 920
  27. ☏ francesco
  28. ☏ ganzo
  29. ☏ dan
  30. ☏ Fabio Guadagno
  31. ☏ Panda
  32. ☏ Loris
  33. ☏ daniele830
  34. ☏ jackcicci
  35. ☏ Matteo
  36. ☏ giamma nokia lumia 930
  37. ☏ french
  38. ☏ Ernesto
    • ☏ Schaduw_735
  39. ☏ alelumia820
    • ☏ xelliah douiri
  40. ☏ xelliah douiri
  41. ☏ o.t
    • ☏ Michele
  42. ☏ daniele_930
  43. ☏ ago
  44. ☏ Jacopo
  45. ☏ flavio
  46. ☏ VM69
  47. ☏ alpha95
  48. ☏ raffaele
  49. ☏ 8.1_MaxLumia_520
  50. ☏ tcoin05
  51. ☏ Biocchio
  52. ☏ enzo
    • ☏ Schaduw_735
      • enzo
  53. ☏ Krisbio 730 dualsim
    • ☏ PatrickPerazzini
  54. ☏ STEFANO
  55. ☏ Giovanni
  56. ☏ PatrickPerazzini
  57. ☏ Gigino
  58. ☏ eremita
  59. ☏ Giu88
  60. ☏ eremita

Aggiungi un commento

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Leggi e commenta gli articoli di Windowsteca dalla nostraApp per Android e Windows Phone
+