Cortana, con l’Anniversary Update di Windows 10 non potrà più essere disattivata

Cortana

Cortana

Com’è noto, l’Anniversary Update di Windows 10, che Microsoft rilascerà su PC, tablet e smartphone a partire dal prossimo 2 agosto, porterà tantissime novità e migliorie (presto pubblicheremo qui su Windowsteca un articolo con quelle più importanti). Non mancheranno, però, anche le modifiche e i ritocchi alle funzioni esistenti, quelle che da ormai più di un anno stiamo sperimentando sui nostri dispositivi anche grazie al Windows Insider Program, e una di queste riguarderà Cortana.

Pare infatti che Microsoft abbia deciso di rimuovere, dalle Impostazioni di Cortana, l’opzione che permette all’utente di scegliere se e quando attivarla o disattivarla (vedi screenshot allegato). Questa novità è già stata implementata in una delle più recente Insider Preview di Windows 10 Redstone provocando qualche mugugno e la disapprovazione dei più accaniti difensori della privacy dell’utente.

Microsoft, attraverso una nota inviata al sito PCWorld.com, sottolinea che “con l’Anniversary Update di Windows 10, la casella di ricerca di sistema viene gestita da Cortana” pertanto l’eventuale disattivazione da parte dell’utente eliminerebbe anche la funzione di sistema che permette la ricerca di risorse, file e applicazioni all’interno del dispositivo. E questo sarebbe sconveniente.

Tralasciando le motivazioni legate al tracciamento, seppure in forma anonima, degli interessi e di tutte le ricerche effettuate dagli utenti Windows 10 che Microsoft utilizza per vari fini (…), appare evidente che questa mossa sia stata decisa anche per incrementare sensibilmente l’utilizzo di Bing, da cui Cortana dipende, al fine di contrastare meglio lo strapotere di Google ma anche per aumentare i profitti derivanti dal motore di ricerca.

Chi non fosse d’accordo con questa decisione di Microsoft potrà solamente nascondere la barra di ricerca (e dunque Cortana) per non cadere nella tentazione di utilizzarla ed eventualmente, dalle Impostazioni di Cortana, disattivare tutte le opzioni legate al tracciamento dei propri dati e alla privacy. Oppure, prendendo una decisione drastica e decisamente sconsigliata (soprattutto da Microsoft), potrà evitare di installare l’Anniversary Update.

Fateci sapere nei commenti qual è la vostra opinione sull’argomento.



67 Commenti

  1. ☏ michele
    • ☏ Willy
  2. ☏ ILCONDOTTIERO
    • ☏ OrsoBruno
  3. ☏ Unlimited
  4. ☏ zelindo
  5. ☏ Jacob
    • ☏ Damiano Aurelio
      • ☏ Pipita
        • ☏ Jacob
  6. ☏ Simo 625-1320
    • ☏ Damiano Aurelio
    • ☏ max
      • ☏ Simo 625-1320
        • ☏ Quantium
    • ☏ Carlo950
      • ☏ Simo 625-1320
  7. ☏ peppe
    • ☏ ILCONDOTTIERO
      • ☏ peppe
        • ☏ andrew950
  8. ☏ Pipita
    • ☏ Jacob
      • ☏ karlo05
        • ☏ Pipita
  9. ☏ ratto1520
    • ☏ NONAME
    • ☏ Andrea 930
      • ☏ Carlo950
  10. ☏ Dino
    • ☏ off
    • ☏ Stefano The Mule
  11. ☏ Pablitus
    • ☏ Jacob
    • ☏ OrsoBruno
  12. ☏ ILCONDOTTIERO
  13. Shika93
    • ☏ LoreX75
      • Shika93
    • ☏ Stefano The Mule
  14. ☏ dan1520/950
  15. ☏ alessandro
  16. ☏ druido950/925
  17. ☏ Federico
    • ☏ ILCONDOTTIERO
      • ☏ LoreX75
    • ☏ paolo925
  18. ☏ mariolino
  19. ☏ Fabrizio
    • ☏ Vinilic
    • ☏ Damiano Aurelio
    • ☏ Damiano Aurelio
  20. ☏ RobyLumia925
  21. ☏ Angelo
    • ☏ Damiano Aurelio
  22. ☏ wewe
  23. laperamorsicata
    • ☏ Jacob
      • ☏ Damiano Aurelio
  24. ☏ IlVitto
  25. ☏ mattia0391
    • ☏ Damiano Aurelio
  26. gneiss1969
    • ☏ Damiano Aurelio
      • ☏ gneiss1969
  27. ☏ Matteo

Aggiungi un commento

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.

Leggi e commenta tutti gli articoli dallaWindowsteca App per Android
+