Build 2017, riepilogo degli annunci della prima giornata

Build 2017

Build 2017

La prima giornata della Build Conference 2017 si è conclusa nella tarda serata (per noi italiani) con svariati annunci volti a convincere e invogliare gli sviluppatori a produrre nuove applicazioni utilizzando gli strumenti messi a disposizione da Microsoft, utili e potenti non solo per creare soluzioni software per i dispositivi Windows ma anche per quelli della concorrenza.

Molto sinteticamente, gli annunci diffusi erano legati ai nuovi Azure data e servizi cloud pensati per aiutare gli sviluppatori a modernizzare le applicazioni esistenti, ai nuovi servizi AI e Azure per la realizzazione di app intelligenti con capacità di comprensione e interazione naturale, e ai nuovi dati e servizi IoT edge e AI che permetteranno di creare quel futuro caratterizzato da ubiquous computing e ambient intelligence che spesso abbiamo visto nei film di fantascienza.

Più in dettaglio, Microsoft ha annunciato le seguenti novità:

  • Un’anteprima di Azure IoT Edge, una tecnologia che estende l’intelligenza del cloud computing ai dispositivi edge
  • Estensioni di Microsoft Graph che combinano gli insight del mondo del lavoro con gli insight dei dispositivi ed informazioni contestuale del mondo fisico circostante
  • Una tecnologia che permette di effettuare ricerche nel mondo reale così come avviene nel mondo digitale e contribuisce alla sicurezza e alla protezione dei dati, aumentando la produttività.
  • Azure Cosmos DB, creato da zero per potenziare servizi cloud e applicazioni data-intensive a livello globale – dall’IoT all’AI ai dispositivi mobili – con performance incredibili, tolleranza ai guasti e supporto per ogni tipo di dato, incluso Graph.
  • Nuovi servizi gestiti tramite MySQL e PostgreSQL che, abbinati alla banca dati Azure SQL, aumentano le possibilità di scelta a disposizione degli sviluppatori e la flessibilità su una piattaforma di servizio che offre un’elevata disponibilità e scalabilità, con tempi di fermo estremamente ridotti e la possibilità di conservare e recuperare i dati.
  • Un’anteprima dei nuovi servizi di migrazione banche dati di Microsoft, che permetteranno ai clienti dei server Oracle e SQL di trasferire più agevolmente i propri dati e modernizzare rapidamente le applicazioni.
  • Diversi miglioramenti del Database Azure SQL.
  • La disponibilità generale di Visual Studio 2017 per Mac, che consente agli sviluppatori di lavorare con continuità tra ambienti Windows e Mac con un supporto completo per carichi di lavoro su cellulari, web e cloud, e anteprime degli strumenti Docker, delle Funzioni Azure e del supporto Xamarin.IoT.
  • Il supporto per quasi qualsiasi tipo di containers, su qualunque piattaforma, con la disponibilità generale del supporto dei Windows Server Containers in Azure Service Fabric, con strumenti Visual Studio, e un’anteprima della possibilità di usare il supporto Docker Compose per Service Fabric, al fine di utilizzare app “containerizzate” per Service Fabric, consentendo agli sviluppatori di offrire app e servizi mission-critical e scalabili.

Microsoft ha anche illustrato le nuove opportunità che consentiranno agli sviluppatori di mettersi in collegamento con i clienti Office 365 in tutto il mondo, tra cui la possibilità di aggiungere nuove funzioni alle app di Teams e di accedere ai dati e all’intelligenza di Office 365 per aiutare a connettere persone, conversazioni, progetti, appuntamenti, processi e contenuti grazie alle nuove API Microsoft Graph.

L’azienda di Redmond ha inoltre mostrato la propria visione relativa all’amplificazione dell’ingegno umano con tecnologia intelligente, rendendo disponibile l’AI a tutti gli sviluppatori grazie alla combinazione unica del cloud e dell’AI Microsoft. I nuovi servizi cognitivi e le novità del Microsoft Bot Framework permetteranno agli sviluppatori, ad esempio, di arricchire le proprie app ed esperienze Bot con funzioni di intelligenza sia standard sia personalizzate, di tradurre in varie lingue e in tempo reale qualsiasi presentazione PowerPoint (grazie al nuovo add-in Presentation Translator) e di controllare i propri bot in modo semplice e rapido.

Durante il keynote di apertura, Microsoft ha anche fatto vedere come funziona Invoke, l’altoparlante intelligente per Cortana firmato Harman Kardon, e annunciato una partnership con HP e Intel che permetterà di ampliare l’offerta di dispositivi abilitati per Cortana. Ha inoltre comunicato che il Cortana Skills Kit è disponibile in anteprima pubblica: da ora gli sviluppatori potranno attivare nuove abilità per Cortana attraverso la creazione di Bot, e pubblicarle sul nuovo canale dedicato del Bot Framework. Questa funzione è disponibile per Windows 10, Android, iOS e anche per il nuovo altoparlante Invoke per Cortana di Harman Kardon.

Fabio Santini, Direttore della Divisione Innovazione e Sviluppo di Microsoft Italia, ha così commentato gli annunci della prima giornata della Build Conference 2017:

Gli annunci di oggi in occasione di Build confermano il costante impegno di Microsoft a supporto degli sviluppatori per consentire loro di modernizzare le proprie applicazioni in un’ottica cloud-first mobile-first. Dall’edizione 2015 di Build a oggi, più di 568.000 sviluppatori provenienti da più di 60 Paesi in tutto il mondo hanno seguito il nostro evento e siamo molto lieti di annunciare che Windows ha raggiunto 500 milioni di utenti mensili e Office 365 100 milioni di utenti del mondo business, dati che confermano come Windows, Microsoft Office e Microsoft Azure stiano offrendo infinite opportunità alle community.

Gli strumenti di sviluppo che mettiamo a disposizione capitalizzano i vantaggi delle nuove tecnologie in una logica di maggiore interoperabilità. Vogliamo rendere ancora più concreta la nostra visione di openness e le novità di quest’anno permettono infatti agli sviluppatori di creare app intelligenti compatibili con qualsiasi piattaforma. Si tratta di un percorso che da tempo abbiamo intrapreso e ne sono un ulteriore esempio il nuovo Visual Studio per Mac che permette di lavorare in ambienti Windows e Mac, e il nuovo Azure Data Fabric, compatibile con Linux.

A Microsoft Build 2017, abbiamo inoltre condiviso la nostra visione di Intelligenza Artificiale, per consentire a tutti di comprenderne il vero potenziale. Abbiamo annunciato 29 cognitive services, che permettono di creare applicazioni che riconoscano i gesti, traducono i testi in più lingue, offrono funzioni di editing in real time e riconoscono le immagini direttamente dall’analisi dei dati

Ricordiamo che la Build 2017 terminerà domani, 12 maggio, e che per seguire in diretta streaming tutte le sessioni che i rappresentanti di Microsoft terranno basterà collegarsi a questo indirizzo. Di seguito due video che mostrano alcune novità mostrate durante il keynote di apertura.



Scopri le offerte

5 Commenti

  1. ☏ OrsoBruno
    • Alessio (oissela)
      • ☏ OrsoBruno
        • Alessio (oissela)
          • ☏ OrsoBruno

Aggiungi un commento

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Leggi e commenta gli articoli di Windowsteca dalla nostraApp per Android e Windows Phone
+