Microsoft e Vodafone insieme per lo sviluppo dell’intelligenza artificiale al servizio del cliente

TOBi

TOBi

Microsoft e Vodafone lavoreranno insieme per sviluppare soluzioni e tecnologie che permetteranno di estendere ulteriormente le funzionalità e i canali di contatto di TOBi, l’assistente digitale di Vodafone.

Secondo l’accordo di collaborazione siglato dalle due aziende, Microsoft fornirà a Vodafone una serie di servizi cognitivi e alcuni strumenti per l’Intelligence and Analytics per consentire a TOBi di evolversi e gestire un numero più elevato di interazioni con i clienti.

TOBi è infatti un assistente virtuale, più comunemente definito Bot, che al posto degli agenti in carne ed ossa del call center di Vodafone fornisce assistenza di primo livello grazie alle sue “capacità di riconoscimento e interpretazione del linguaggio naturale e alle sue facoltà di imparare dai propri errori e di relazionarsi col cliente adattando l’interazione in base all’evoluzione della conversazione”. Al momento TOBi risponde alle esigenze più semplici e immediate dei clienti assicurando a Vodafone un’assistenza rapida ed efficace 24/7, e nei casi più complessi trasferisce il cliente ad un consulente specializzato.

La partnership tra Microsoft e Vodafone è finalizzata a rendere TOBi più efficiente e a portarlo a rispondere a 10 milioni di contatti con i clienti al mese entro la fine dell’anno. Grazie ai servizi di Microsoft, l’intelligenza artificiale alla base di TOBi si evolverà verso un modello completamente cognitivo in modo da estendere il servizio a tutti i canali di contatto e di sviluppare ulteriori funzionalità conversazionali, come quella vocale. Ad esempio, grazie alle funzionalità “Ricerca” di Microsoft Azure, TOBi sarà in grado di rispondere in modo rapido ed efficace anche alle domande aperte e non più solo a un set di richieste definite o di domande frequenti. In più, attraverso il “Language Understanding Intelligent Service” (LUIS), verranno create interfacce discorsive per diversi scenari che, nel futuro, consentiranno anche di andare oltre la conversazione.

Insomma, nel futuro che verrà avremo sempre più a che fare con Bot e tecnologie basate sull’Intelligenza Artificiale, e sempre meno con gli esseri umani. E’ davvero questo quello che vogliamo? Microsoft e Vodafone sembrano molto convinti di ciò, e voi?

Scopri le offerte

3 Commenti

  1. #feffefottiti
  2. ☏ AndromeDario
  3. ☏ spaiardo

Aggiungi un commento

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Leggi e commenta gli articoli di Windowsteca dalla nostraApp per Android e Windows Phone
+