Tablet per bambini, alcuni consigli per l’acquisto e la sicurezza

Tablet per bambini

Tablet per bambini

Secondo uno studio condotto da Medico e Bambino, la rivista dedicata alla formazione pediatrica, l’utilizzo di smartphone e tablet da parte dei bambini, complici genitori e familiari, inizia molto presto. Le statistiche riportano che già il 38% di quelli che ancora non hanno compiuto i 2 anni di età utilizza spesso tali dispositivi per guardare video mentre il 72% dei bambini più grandi, fino ad un’età di 8 anni, li usa regolarmente per giocare o trascorrere il proprio tempo libero su YouTube.

Quando si tratta di bambini, dunque, l’educazione all’utilizzo di tali dispositivi informatici e dei software digitali è nelle mani dei genitori, che però non sempre hanno le conoscenze e gli strumenti per gestirla al meglio. A tale proposito, la guida completa per l’acquisto del tablet per bambini pubblicata dal comparatore di prezzi internazionale Idealo fornisce un grande aiuto e si rivela anche un utile mezzo di informazione sulla sicurezza dei propri figli con i nuovi media.

Tablet per bambini: l’importanza di una scelta consapevole

Il report prodotto dalla Società Italiana di Pediatrica ci dice che nel 51% dei casi sono gli smartphone dei genitori a finire nelle mani dei bambini mentre nel 44% dei casi si concede ai più piccoli l’uso dei tablet. Visto che ormai i dispositivi mobili sono divenuti parte integrante della quotidianità dei bambini, le aziende produttrici hanno pensato di realizzare dei dispositivi su misura e per le loro esigenze. Si tratta di tablet spesso rivestiti in gomma o materiale plastico morbido capace di resistere a urti accidentali e cadute, con schermo che di solito è compreso tra i cinque e i sette pollici, interfaccia grafica semplice, icone di grandi dimensioni, prestazioni e memoria ridotte e con una serie di applicazioni educative preinstallate.

Nonostante le caratteristiche dei suddetti dispositivi, la maggior parte dei bambini preferisce comunque giocare o guardare video dagli smartphone e dai tablet dei loro genitori. Per questo motivo è buona cosa che gli adulti “aggiustino” i propri dispositivi per aumentarne il livello di sicurezza e attuino degli accorgimenti per un utilizzo ottimale da parte dei propri bambini come ad esempio la disabilitazione del wifi e della rete mobile e il blocco per gli acquisti in-app.

Per controllare l’attività del proprio figlio, inoltre, è bene installare delle app pensate a questo scopo come Kids Place, capace di bloccare l’accesso a siti e app inappropriati e monitorare messaggi e chiamate. Inoltre, è possibile controllare il tempo che il bambino passa sul dispositivo mobile e quali app utilizza di più. Con l’app Kids Zone, invece, è possibile creare account separati per bambini e genitori, e limitare l’accesso al web.

In linea generale ogni genitore che concede il proprio dispositivo mobile ai suoi figli dovrebbe installare un programma con filtri per la sicurezza, oltre a bloccare le pagine web non adatte alla sua età. Importante è anche l’uso di un desktop sicuro mentre la scelta delle app da fare usare ai propri figli è essenziale visto che è con esse che trascorreranno il loro tempo sul dispositivo. A tal proposito si consigliano app semplici da usare, prive o con limitatissime animazioni lampeggianti mentre quelle che presentano collegamenti ai social network, annunci pubblicitari o che prevedono la possibilità di fare acquisti diretti sono da bandire.

Le raccomandazioni stilate dalla Società Italiana di Pediatria e presentate durante il 74° Congresso Italiano di Pediatria, svoltosi a giugno 2018 a Roma, sconsigliano l’utilizzo di dispositivi mobili a tutti i bimbi con un’età inferiore ai 2 anni. Inoltre, sconsigliano l’uso di smartphone e tablet a tavola e sino a un’ora prima di andare a letto.

Per i bimbi più grandi l’utilizzo di smartphone e tablet deve essere comunque limitato. Nello specifico la carta prodotta dai pediatri, consiglia di limitare a un’ora l’uso dei dispositivi mobili per i bimbi da 2 a 5 anni, e a due ore per quelli da 5 a 8 anni. In ogni caso, l’uso di smartphone e tablet deve essere consentito solo in presenza di un adulto.



2 Commenti

  1. Elena
  2. ☏ Norberto

Aggiungi un commento

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.

Leggi e commenta tutti gli articoli dallaWindowsteca App per Android
+