Alcune riflessioni sull’interfaccia di Windows Phone 8 e i futuri aggiornamenti

Quello che abbiamo visto al Developer Summit di sicuro non può definirsi la presentazione di Windows Phone 8. Era infatti un evento dedicato agli sviluppatori e dunque ciò che è stato mostrato non che è una parte di quello che la nuova release offrirà agli utenti. Almeno così si spera!

Le novità presentate sono state accolte in modo positivo dalla maggior parte degli utenti e possessori di un device Windows Phone (e non solo…) ma ad una più attenta analisi si può notare come alcune di esse presentano ancora qualche punto interrogativo. In particolare mi riferisco alla lista delle App installate che, durante il Summit, non è stata nemmeno menzionata. Che fine farà? Sarà implementata o eliminata? Ecco due mie ipotesi.

La prima, che definirei conservativa, è quella che mi porta a pensare che il Menu sia l’unica caratteristica rimasta immutata e dunque non valeva la pena mostrare. Se così fosse però sorge spontanea una domanda: come si fa ad accedere ad esso? La start Screen ora occupa tutta la schermata e questo induce a pensare che lo slide che prima si effettuava per passare alla lista delle applicazioni non è più così intuitivo come prima. Forse i progettisti di Microsoft hanno pensato che non sia più necessario indicare con una freccia o lasciare uno spazio nero per far capire all’utente che deve compiere un gesto con il dito per passare alla lista delle Apps, perche ormai viene dato per assodato e scontato.

La seconda che definirei invece innovativa potrebbe considerare la Start screen come il nuovo Menu di Windows Phone. Si sfrutterebbe così una struttura a griglia, come quella basata a icone sui sistemi Symbian, Android e iOS, modificabile a piacimento dall’utente. Sarebbe un modo per rinnovare qualcosa che ormai la concorrenza possiede e dispone da anni.

Gli accaniti sostenitori del Nokia N9, come chi scrive, avrà anche notato l’assenza di una sorta di centro notifiche, quello che sul sistema operativo MeeGo ha mandato in pensione le varie home screen contenenti icone e Widgets (questi ultimi disponibili a dozzine su Symbian e Android, del tutto assenti in iPhone).

E inoltre pochi cenni sono stati fatti sulla gestione del Multi-tasking da parte dell’utente e cioè riguardo l’interfaccia che ci permetterà di controllare le applicazioni aperte ed eventualmente ci permetterà anche di chiuderle. Sappiamo che sarà implementato e che consentirà di chiudere le app con un tap sulla relativa X ma non sappiamo se continueranno a rimanere aperte “congelate” oppure, come su altri OS, continueranno a girare.

Mettendo insieme tutte le ipotesi sopra elencate l’interfaccia del nuovo Windows Phone 8 potrebbe presentarsi più o meno come nell’immagine qui sotto, che riprende quella del Nokia N9 con MeeGo basata su tre schermate, quella degli eventi e delle notifiche, quella delle applicazioni e quella del multitasking.

Centro notifiche, Start Screen e Multi-tasking

Centro notifiche, Start Screen e Multi-tasking

Spero solo che non abbiano fatto il gravissimo errore di utilizzare lo Swipe (inteso come gesture, cioè l’azione di trascinare il dito dal bordo dello schermo) per controllare l’intera interfaccia. La mia preoccupazione nasce dal fatto che l’interfaccia Metro dispone di troppi swipe (o slide che dir si voglia) all’interno di ogni applicazione e se già quando si naviga nel web o si sfogliano le immagini su MeeGo dà dei problemi non oso immaginare cosa potrebbe accadere su Windows Phone.

La seconda riflessione riguarda gli aggiornamenti. Microsoft garantirà il supporto per 18 mesi. La cosa piacerà molto a tutte quelle persone che ritengono l’aggiornamento come un segno di interesse da parte dello stesso produttore a tener vivo il dispositivo acquistato. Considerando i tassi di obsolescenza e sostituzione della tecnologia (sopratutto nel mercato degli smartphone) è sicuramente una ottima notizia.

Tuttava inizio a chiedermi che tipo di aggiornamenti Microsoft avrà intenzione di sviluppare e rilasciare. In particolar modo mi chiedo: visto che Windows 8 e Windows Phone sono due facce uguali della stessa medaglia e ciò diverrà sempre più vero a man a mano che arriveranno le nuove release, ma sopratutto visti e considerati gli sforzi che sono stati fatti per presentare al mercato soluzioni tablet e smartphone in parallelo in tempo per il mese di settembre (o comunque per la stagione natalizia), cosa accadrà alla politica di sviluppo e introduzione delle major release dei sistemi operativi Windows?

Sino ad oggi la cadenza è stata quadriennale (per i sistemi desktop), ma un simile arco di tempo nel mercato degli smartphone non è minimamente accettabbile. Apple aggiorna il suo iOS ogni anno. Microsoft per Windows Phone dovrà almeno dimezzare i tempi. E di fatto i 18 mesi sono molto vicini ai 2 anni. Dunque se a settembre vedremo la prima versione del grande eco sistema Windows, potrebbe benissimo accadere che la versione 2.0 non sarà così lontana come si può immaginare oggi. In caso contrario, Microsoft rischia di venire battuta dalla concorrenza. Già windows 7 andrà in “pensione” a soli tre anni dal debutto.

E voi cosa ne pensate?

Scopri le offerte

12 Commenti

  1. Antonio
    • Antonio
  2. WakeUpNeo19
    • Shady 91
      • Matteo
  3. [Del]-[Gro]
    • Alessio (oissela)
      • Matteo
  4. Peo
    • Shady 91'
  5. antonio
  6. Matteo

Aggiungi un commento

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.

Leggi e commenta gli articoli di Windowsteca dalla nostraApp per Android e Windows Phone
+