Auricolari Comfort WH-308, hands on e prime impressioni

Auricolari Comfort WH-308

Auricolari Comfort WH-308

Piccola doverosa premessa: non sono un tecnico e sarebbe sbagliato definirmi audiofilo. Sono un semplice utente medio molto esigente dal punto di vista della riproduzione musicale. Mi sono fiondato sui questi nuovi auricolari di casa Microsoft non amando particolarmente i prodotti in-ear, ed eccovene alcune considerazioni.

Partiamo dalla scheda tecnica che, dato il prezzo a cui vengono proposte, colloca giustamente questi auricolari nella fascia medio/bassa, più precisamente in auricolari le cui proprietà sono quelle più versatili ed adattabili all’uso giornaliero. Con un’impedenza di 32 ohm e una risposta di frequenza da 20 a 20000 Hz non ci si può, di certo, aspettare un prodotto per deejay, e questo va tenuto conto in fase di pre-acquisto. L’ultima considerazione è che si fa un po’ fatica a trovare auricolari con microfono pienamente compatibili con dispositivi lumia in quanto montano lo standard AHJ (American Headset Jack), contro il ben più diffuso OMTP, quindi prestate un po’ di attenzione a cosa attaccate ai vostri Lumia (prodotti senza microfono sono universali).

Veniamo al dunque: gli auricolari si presentano bene. Discreta fattura, di certo non danno l’impressione di essere indistruttibili. Appena li ho scartati ho avuto l’impressione che fossero fin troppo grandi, tenuto conto delle mie povere orecchie lillipuziane (uso i cuscinetti della misura minima per le in-ear), e l’impressione è stata confermata nel momento esatto in cui le ho indossate per la prima volta. Sono grandi, nemmeno così tanto “comfort” in realtà, almeno per me.

Il suono è ben incanalato, ma non sembrano né così tanto salde all’orecchio, né così tanto comode quanto ci si potesse aspettare – almeno dal nome. Non hanno alcun cuscinetto né rivestimento in gomma, tutta plastica rigida, e dopo diverse ore di utilizzo si “sentono” alle orecchie, nonostante siano veramente leggere tanto da sembrare vuote all’interno. Il design si rifà abbastanza palesemente alle EarPods di seconda generazione, ma poco male: il suono incanalato verso la cavità auricolare genera indubbiamente pochissime dispersioni e nessuna necessità di sistemarle dopo qualsiasi movimento della testa.

Per studiarne per bene la versatilità ho scelto alcune canzoni, in modo da poterne realmente avere una visione completa. I brani scelti sono in codifica mp3, con bitrate variabile (VBR) con picchi minimi di 224 kbps e massimi di (ovviamente) 320, in joint stereo (e qui i puristi storceranno il naso).Nello specifico ho scelto: “Deep Purple – Burn” per analizzare gli alti. “Paolo Nutini – Iron sky” per i medi. “Nine Inch Nails – Wish” e “Deftones – Leathers” per i bassi e, infine, “Imogen Heap – Hide and seek” per isolamento, ampiezza di gamma e suono globale.

Ho riprodotto i brani sia senza alcuna miglioria audio dalle impostazioni, sia, poi, cambiando un po’ di equalizzatori pre-impostati e usando il virtual surround. Come considerazione globale, il volume massimo non è altissimo, e diminuisce ancor di più con il virtual surround attivo. Questo a favore di una qualità più che sufficiente intesa proprio come livello qualitativo di riproduzione. Nello specifico, il suono è molto ben equilibrato, perdendo qualche colpo nei bassi, non proprio corposi, e negli alti, non coperti completamente anche se non ho riscontrato alcun gracchio o distorsione del suono nemmeno col volume al massimo. Una nota, a mio avviso, molto positiva è che, nonostante una qualità globale “nella norma”, i suoi sono riprodotti sempre in tutta la gamma, nel senso che, a differenza di altri prodotti della stessa fascia, i bassi si sentono comunque anche in spezzoni nei quali sono presenti moltissimi alti. E viceversa. La riproduzione musicale, in conclusione, è più che sufficiente.

Dato che so che ve lo stavate chiedendo, il tasto chiamata, sebbene non specificato nemmeno sul sito ufficiale di Microsoft, permette anche la navigazione tra le tracce, permettendo play/pausa con singolo click, skip avanti con due click e skip indietro con tre click. Infine, come qualsiasi altro auricolare per smartphone ma è giusto specificarlo, il tasto chiamata permette anche di rispondere e terminare le chiamate (singola pressione breve), e di attivare i comandi vocali/Cortana con pressione lunga. In chiamata l’audio è ottimo, così come la voce inviata all’interlocutore via microfono, si sente veramente molto bene.

Prima di lasciarvi la parola nei commenti vi ricordiamo che questi auricolari sono disponibili all’acquisto su Amazon a partire da 17,90 Euro.

Scopri le offerte

37 Commenti

  1. ☏ Tiziano630
  2. ☏ Ernest~
    • ☏ riccardoaudace
    • ☏ BioLumia 735
      • ☏ Ernest~
        • ☏ CrsCode
          • ☏ Wasabi98
    • frengostop
  3. ☏ renzo
  4. ☏ marlow
  5. ☏ ILCONDOTTIERO
    • CrsCode
      • ☏ ILCONDOTTIERO
  6. ☏ ex-msft
  7. ☏ pyroSlug
    • ☏ Alessandro
  8. ☏ BioLumia 735
  9. ☏ Jack
    • CrsCode
      • ☏ Jack
  10. ☏ Krisbio 730 dualsim
  11. ☏ korry87
  12. ☏ ŊÔK520
    • ☏ CrsCode
  13. ☏ alessandro
  14. ☏ Schaduw_735
  15. ☏ sixty-six
  16. ☏ BioLumia 735
    • ☏ CrsCode
      • ☏ BioLumia 735
  17. Cybermatte
    • ☏ CrsCode
  18. ☏ alessandro
  19. ☏ brividi
  20. ☏ omega
  21. ☏ marcelius
  22. Andrea

Aggiungi un commento

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.

Leggi e commenta gli articoli di Windowsteca dalla nostraApp per Android e Windows Phone
+