Microsoft annuncia novità sul fronte dell’Intelligenza Artificiale

AI

AI

Ieri sera, nel corso di un evento dedicato al Conversational Computing, Microsoft ha annunciato una serie di importanti novità legate al mondo dell’Intelligenza Artificiale. Oltre ad aver illustrato i nuovi tools di sviluppo “Cortana Skills Kit” e “Cortana Devices SDK” di cui vi abbiamo parlato in questo articolo, l’azienda di Redmond ha anche fornito alcune anticipazioni sulle future implementazioni del proprio Bot Framework e sui nuovi servizi ad esso collegati.

Anzitutto ha fatto sapere di aver creato una nuova divisione, Microsoft AI & Research Group, che si occuperà dello sviluppo dell’AI. Vi faranno parte i principali ricercatori dell’azienda e più di 5.000 ingegneri con uno scopo ben preciso: rendere le nuove tecnologie accessibili a tutti, consumatori, aziende e sviluppatori.

Microsoft ha poi ufficialmente annunciato Zo, il Chatbot lanciato su Kik Messenger lo scorso mese di ottobre che, analizzando e utilizzando le informazioni contenute sui social e in rete, è in grado di sostenere conversazioni come quelle che si hanno con un amico. Microsoft sostiene che questo nuovo bot è capace di rispondere sia a livello emotivo sia intellettivo, fornendo un suo punto di vista ed esprimendo anche comportamenti e sentimenti. È dotato però anche di un forte sistema di controllo e di equilibrio per prevenire eventuali attacchi e intenti maliziosi.

Zo, ha dichiarato Microsoft, ha già intrattenuto conversazioni con più di 100.000 persone negli USA. Attualmente oltre 5.000 utenti hanno chattato con questo Bot per più di un’ora determinando il primato della più lunga conversazione continua con un chatbot di Microsoft: 1.229 scambi, per la durata di 9 ore e 53 minuti. In un prossimo futuro sarà accessibile anche su altri canali social e conversazionali come Skype e Facebook Messenger.

Microsoft ha anche annunciato nuove funzionalità del Bot Framework per permettere agli sviluppatori e ai propri partner di creare Bot e sperimentare insieme alla tecnologia Microsoft. Attualmente sono più di 67.000 gli sviluppatori che utilizzano i Servizi Cognitivi e il Bot Framework di Microsoft ma con gli aggiornamenti in arrivo, come i nuovi bot connector per Microsoft Teams e Cortana Bing Location, nonché il nuovo servizio QnA Maker, l’azienda di Redmond punta a conquistarne tanti altri.

Ha infine annunciato il nuovo servizio di Microsoft Translator che permette di effettuare traduzioni simultanee di conversazioni tra gruppi di persone che parlano lingue diverse (ve ne abbiamo parlato in questo articolo) e una serie di nuove abilità per i Bot di Skype tra cui quella che permetterà interazioni vocali (finora solo testuali) e quella che consentirà di ricevere messaggi dai Bot arricchiti con video, GIF animate e audio.

Scopri le offerte

3 Commenti

  1. ☏ ferdy950xl
    • Alessio (oissela)
  2. ☏ OrsoBruno

Aggiungi un commento

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Leggi e commenta gli articoli di Windowsteca dalla nostraApp per Android e Windows Phone
+