Alcune falle nel protocollo WPA2 lasciano le reti Wifi aperte alle intercettazioni (Windows è già al sicuro)

Wifi

Wifi

Nelle scorse ore è stato lanciato un nuovo allarme sicurezza nel mondo Hi-Tech, e questa volta ad essere coinvolti sono tutti i dispositivi che fanno uso del Wifi per connettersi ad internet. In pratica alcune vulnerabilità nel sistema di sicurezza del protocollo di comunicazione Wifi potrebbero consentire a malintenzionati di intercettare, attraverso un exploit, il traffico dati veicolato attraverso le connessioni wireless al fine di entrare in possesso di informazioni personali degli utenti oppure per “iniettare” malware e ransomware nelle reti.

L’exploit, come riportato da Ars Technica, sfrutterebbe più di una vulnerabilità presente nel sistema di crittografia WPA2, il più utilizzato per la protezione delle reti Wifi domestiche e aziendali, e può essere schermato solo se si effettua un aggiornamento del software dei dispositivi in uso.

La Wi-Fi Alliance, l’organizzazione che unisce alcune aziende leader nel settore dell’Hi-Tech con lo scopo di guidare l’adozione di un unico standard per le connessioni senza fili, ha confermato che “questo problema può essere risolto con l’installazione della patch software già in fase di distribuzione da parte dei provider di piattaforme” tra cui Microsoft che nel Patch Tuesday dello scorso 10 ottobre ha già rilasciato tramite Windows Update il fix per risolvere questo problema sui dispositivi Windows.

We have released a security update to address this issue. Customers who apply the update, or have automatic updates enabled, will be protected. We continue to encourage customers to turn on automatic updates to help ensure they are protected.

Mentre i computer con Windows 10 sono immuni da questa ennesima minaccia, una grande quantità di dispositivi Android attualmente in uso nel mondo rimarrà a rischio a causa della fine del supporto da parte dei produttori oltre che di Google. Alcuni ricercatori sostengono che il 41% degli smartphone attivi sono a rischio e che non sarà semplice e immediato porre rimedio per tutti. Ovviamente gli smartphone di ultima generazione che godono di un tempestivo e attento supporto da parte del produttore, come ad esempio i nuovi Nokia 3, 5, 6 e 8, non rientrano tra questi visto che anch’essi avranno presto la possibilità di installare la patch di sicurezza che Google rilascerà.

Scopri le offerte

15 Commenti

  1. ☏ Jacob
    • yepp
      • ☏ Jacob
      • Alessio (oissela)
  2. ☏ Paolo Napolitano
    • ☏ Paolo Napolitano
  3. ☏ mauro
  4. ☏ Vito
    • ☏ marco 1020
      • ☏ Simo 625-1320
  5. ☏ mariolino
  6. ☏ mauro
    • ☏ mauro
      • ☏ Jacob
        • ☏ mauro

Aggiungi un commento

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Leggi e commenta gli articoli di Windowsteca dalla nostraApp per Android e Windows Phone
+