Dashboard per la Privacy, come visualizzare e cancellare i dati del proprio account raccolti da Microsoft

Privacy

Privacy

Forse non tutti sanno che sul sito di Microsoft c’è una sezione denominata Privacy che permette di visualizzare e gestire molti dei dati legati al proprio account Microsoft che l’azienda di Redmond raccoglie e salva sui propri server.

Esattamente come fa Google con i propri utenti, anche Microsoft conserva, tiene traccia e fornisce l’accesso a tantissime informazioni legate a ciascuno dei suoi utenti, informazioni che poi utilizza, in forma anonima, per propri scopi tra cui quello di “migliorare l’esperienza d’uso” dei propri prodotti e servizi, e per fornire pubblicità mirata.

Tale sezione è accessibile, previo login, a questo indirizzo web e nel momento in cui scriviamo permette di gestire le seguenti informazioni:

  • Cronologia esplorazioni, per visualizzare e cancellare tutti i dati raccolti da Microsoft quando si utilizza Cortana e Microsoft Edge (cronologia web).
  • Cronologia di ricerca, per visualizzare ed eliminare le informazioni raccolte da Microsoft in qualsiasi attività di ricerca con Bing.
  • Attività relative alla posizione, per visualizzare e cancellare le informazioni sulla posizione raccolte da Microsoft quando si utilizzano determinati prodotti e servizi Microsoft.
  • Attività voce, per visualizzare ed eliminare tutte le informazioni che Microsoft raccoglie e archivia quando si utilizzano i comandi vocali di Windows, Cortana e altri prodotti basati su cloud con riconoscimento vocale (registrazioni di tutti i comandi vocali impartiti).
  • Utilizzo di contenuto, per visualizzare e cancellare tutti i dati che Microsoft raccoglie sulle attività multimediali dell’utente, ad esempio quando si guarda un film o si ascolta musica con Groove (elenco cronologico di tutti i video e i brani riprodotti).
  • Impostazioni annuncio, per attivare\disattivare la visualizzazione di annunci pubblicitari pertinenti forniti da Microsoft che si basano sulle suddette informazioni raccolte.

Insomma, come potrete ben capire e constatare con i vostri occhi e le vostre orecchie, molte delle azioni che compiamo sul nostro PC o smartphone con Windows OS vengono salvate sui server dall’azienda di Redmond senza che ce ne accorgiamo. Le informazioni personali che ogni giorno regaliamo a Microsoft in cambio dell’uso gratuito dei suoi prodotti e servizi servono certamente al miglioramento dell’esperienza d’uso dei nostri dispositivi ma anche e soprattutto a foraggiare una parte consistente e importante del patrimonio dell’azienda di Redmond, ovvero quello che molti definiscono il “nuovo petrolio” dei tempi moderni: la raccolta dei dati personali degli utenti.

Se tutto ciò non dovesse essere di vostro gradimento potete procedere alla cancellazione dei vostri dati e alla modifica delle impostazioni relative alla privacy nel dispositivo o nel browser in uso (sui PC e smartphone Windows 10 andate in Impostazioni, Privacy). Eventualmente, prima di farlo, potete scaricare un archivio zip contenente una copia dei dati raccolti accedendo alla sottosezione “Scarica i tuoi dati” ma sappiate che non tutte le informazioni legate al vostro account raccolte da Microsoft saranno incluse nello zip.

Per saperne di più su come Microsoft tratta e utilizza i vostri dati personali seguite questo link mentre per gestire e prendere visione delle informazioni salvate sui server di Microsoft recatevi a questo indirizzo web.

Scopri le offerte

8 Commenti

  1. ☏ Jackob
    • ☏ Vito
      • ☏ silvio
        • ☏ Vito
  2. ☏ Mark_asusZenFone3_950xl_925
  3. ☏ Riccardo
    • ☏ silvio
      • ☏ Vito

Aggiungi un commento

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.

Leggi e commenta gli articoli di Windowsteca dalla nostraApp per Android e Windows Phone
+