Recensione POCO M3 Pro, smartphone Android 11 con supporto al 5G a soli 159 Euro (prezzo Goboo)

Qualche giorno fa mi è stato chiesto se fossi interessato a provare il nuovo POCO M3 Pro 5G per poi condividere, qui su Windowsteca, le mie impressioni sulle sue caratteristiche e sull’esperienza d’uso. Dopo una breve ricerca su internet, per capire di cosa si trattasse, ho accettato la proposta perché incuriosito e desideroso, soprattutto, di provare uno smartphone con supporto al 5G.

POCO M3 Pro 5G

POCO M3 Pro 5G

Per chi non lo sapesse, POCO è un “sub-brand” di Xiaomi utilizzato per la commercializzazione di smartphone dalle caratteristiche più o meno elevate e un prezzo di vendita contenuto. Nel momento in cui scrivo, il POCO M3 Pro 5G è il più recente smartphone a marchio POCO. E’ stato infatti svelato lo scorso 19 maggio ed è già disponibile all’acquisto su GoBoo, il distributore ufficiale per l’Europa dei prodotti a marchio Xiaomi, Redmi e POCO, con una interessante offerta lancio:

Nota: l’acquisto su GoBoo è sicuro e garantito: è possibile effettuare il pagamento con carta di credito, PayPal o bonifico SEPA e in caso di insoddisfazione del prodotto ricevuto è possibile effettuare il reso e richiedere il rimborso entro 14 giorni (reso incondizionato) oppure entro 30 giorni qualora si riscontrassero problemi di qualità. Le spedizioni in Italia dei prodotti disponibili su GoBoo hanno origine nel magazzino presente in Spagna pertanto nessun dazio o problema doganale graverà sull’ordine di acquisto.

Mie impressioni su caratteristiche e prestazioni

Considerato il suddetto prezzo di vendita, POCO M3 Pro 5G è al momento lo smartphone con supporto al 5G con il miglior rapporto qualità prezzo. Offre infatti un bel design, una fotocamera prestante e un’esperienza d’uso fluida e veloce in qualsiasi app e funzione di Android. Anche l’autonomia energetica garantita dalla batteria da 5000 mAh è molto buona mentre la MIUI, ovvero l’interfaccia utente personalizzata di POCO, sebbene includa alcune utili chicche non mi fa impazzire. Volete sapere perché? Continuate a leggere…

Design e Display

POCO M3 Pro 5G mi ha subito colpito per il suo design curato e moderno. La sua scocca con finitura lucida a specchio, disponibile anche nelle varianti Yellow e Blue, la trovo molto accattivante così come il “punch hole” (foro) della fotocamera anteriore che, come un neo su un bel volto, aggiunge al display quel tratto distintivo e di personalità che merita.

C’è però qualcosa che mi fa storcere un po’ il naso in tutto ciò: la scocca attira non poco la polvere mentre il display, su cui è applicata una pellicola protettiva, trattiene le ditate e le impronte. Nella confezione d’acquisto è comunque inclusa una cover in silicone trasparente che, in parte, risolve il problema della scocca e nello stesso tempo rende il dispositivo meno scivoloso.

Il display, da 6,5 pollici, è un LCD IPS con risoluzione FHD+ e supporto al “DynamicSwitch”, un tecnologia che in base ai contenuti visualizzati adatta automaticamente la frequenza di aggiornamento da un minimo di 30 Hz fino ad un massimo di 90 Hz. Tale livello massimo, che aggiunge nitidezza ai dettagli soprattutto nei video e nei giochi, deve però essere attivato manualmente dalle impostazioni del display.

La luminosità massima del display non è elevatissima pertanto l’utilizzo del dispositivo sotto la luce diretta del sole rende un po’ faticosa la visione di scritte e immagini. Il sensore di luminosità è comunque efficiente e rapido nella regolazione “intelligente” della luminosità ma sul POCO M3 Pro in mio possesso ho preferito impostare l’opzione di regolazione manuale (lo faccio su tutti gli smartphone).

Esperienza d’uso e Prestazioni

Sebbene POCO M3 Pro 5G sia un dispositivo di fascia bassa, l’esperienza d’uso e le prestazioni che offre sono di alto livello, simili a quelle di uno smartphone top di gamma. Questo è dovuto alla memoria RAM LPDDR4X da 6 GB, alla memoria interna di tipo UFS2.2 ma soprattutto al potente processore MediaTek Dimensity 700 realizzato mediante l’innovativo processo a 7 nm.

Qualsiasi applicazione o funzione di Android, in versione 11 preinstallata, viene avviata velocemente e durante l’utilizzo si gode della tipica fluidità e affidabilità degli smartphone di fascia alta. Molto buone sono anche le prestazioni che si ottengono con i giochi con grafica elaborata come Call of Duty o PUBG Mobile, e anche le installazioni dal Google Play Store sono rapide e senza intoppi.

Il sistema di sicurezza biometrico di POCO M3 Pro 5G è affidato ad un sensore di impronte digitali integrato nel tasto di accensione e al riconoscimento facciale, e anche questi sono molto rapidi e veloci nel riconoscere il dito o il volto registrato per sbloccare il display.

Come detto all’inizio, Android 11 è personalizzato dall’interfaccia MIUI oltre che dal Poco Launcher. Tale personalizzazione è piuttosto profonda e per chi, come me, è abituato all’essenzialità di Android “puro” tutto ciò può risultare fastidioso. Le Impostazioni di sistema di Android sono infatti completamente riorganizzate e si mescolano con quelle della MIUI rendendo spesso complicata l’individuazione delle opzioni che si desidera attivare o modificare. Certamente è una questione di abitudine ma rimango convito che l’essenzialità e il minimalismo di Android stock siano sinonimo di semplicità e facilità di utilizzo.

Impostazioni

Impostazioni

Gran parte delle opzioni aggiunte dalla MIUI, poi, sono per me inutili. Lo stesso vale per le applicazioni e i giochi preinstallati. Non credo infatti che utilizzerò mai, ad esempio, la pianificazione della modalità scura, il Turbo videogiochi, le Finestre a comparsa (per “aprire una notifica in una finestra a comparsa”) o il Secondo spazio (funzione per “separare e proteggere i dati”). E tutti i giochini preinstallati, tra cui Block Puzzle Guardian, Bubble Shoter with Friends e Dust Settle, li ho prontamente rimossi.

La MIUI offre però anche qualche utile funzione. Ad esempio quella chiamata “App clonate” che permette di utilizzare le app con due differenti account (utile per WhatsApp) oppure quella che consente di eseguire, in automatico, il backup e il ripristino tramite un computer. Trovo altresì utile anche la funzione Blocco app che permette di proteggere la propria privacy impostando un codice per l’apertura delle app che trattano o contengono informazioni private.

Riguardo alle funzioni telefoniche, POCO M3 Pro 5G garantisce un buon segnale di rete (con iliad, a Milano) e conversazioni vocali chiare e senza intoppi. Purtroppo non sono riuscito a testare il 5G perché la mia SIM iliad e il mio piano tariffario non include l’accesso alla rete 5G. Tuttavia, il supporto al dual SIM 5G di questo dispositivo consente la connessione a due diverse reti 5G in contemporanea pertanto è pronto per l’utilizzo completo delle reti del futuro che garantiranno non solo download e upload super veloci ma anche video di qualità superiore e giochi più reattivi.

Infine, assegno un giudizio positivo anche all’altoparlante che, sebbene sia mono, offre un suono potente, corposo e molto piacevole soprattutto quando si riproduce musica in vivavoce.

Fotocamera

La tripla fotocamera posteriore, composta da 1 sensore da 48 MP (fotocamera principale), 1 sensore da 2 MP (fotocamera con obiettivo marco) e 1 sensore da 2 MP (sensore di profondità), permette di catturare foto di buona qualità come potete vedere nella galleria qui sotto.

Le registrazioni video possono contare su un buon sistema di stabilizzazione delle immagini, dello zoom fluido fino a 6x fluido e di una cattura dell’audio di alta qualità. Tutto ciò è visibile in questo video di esempio registrato con le impostazioni predefinite (1080p a 30fps).

Anche l’app Fotocamere include diverse opzioni e personalizzazioni implementate da POCO. Ad esempio, la modalità Foto include le modalità Pellicola e Tilt-Shift mentre per i video è possibile scegliere le funzioni “Breve video” (di 15 secondi), Slow-motion e Time-lapse. Non manca il supporto all’HDR e all’Intelligenza Artificiale per il riconoscimento delle scene, i filtri per la personalizzazione on the fly delle foto e la modalità Bellezza. La modalità Pro, infine, permette di scegliere manualmente le impostazioni desiderate di scatto.

Le foto e i video sono di buona qualità anche quando vengono catturati dalla fotocamera frontale da 8 MP che, tra l’altro, offre il supporto all’Intelligenza Artificiale, all’HDR e alla modalità bellezza (AI Beautify).

Autonomia

POCO M3 Pro 5G è dotato di batteria da 5.000 mAh con supporto alla ricarica rapida da 18W. Grazie ad essa è possibile utilizzare il dispositivo anche per due giorni consecutivi con una sola ricarica, eventualmente sfruttando le tante opzioni di risparmio energetico presenti nelle Impostazioni tra cui “Super risparmio energetico” che limita la maggior parte delle funzionalità (compresa la connettività 5G) e lascia attive solo le chiamate, i messaggi e la connettività di rete.

Per realizzare questa recensione ho utilizzato POCO M3 Pro 5G come smartphone secondario in affiancamento al mio Nokia 9 Pureview. Ebbene, da quando l’ho ricevuto (lunedì 17 maggio) l’ho caricato solo una volta e la carica residua ad oggi (sabato 22 maggio) è ancora al 44%.

Curiosità e info utili:

  • Questa recensione è stata realizzata con un dispositivo con MIUI Global v12.0.5 e Poco Launcher v2.20.1.27
  • La confezione di vendita include anche un set di adesivi con il logo POCO
  • E’ presente il supporto al sistema di posizionamento Galileo.
  • Il dispositivo è dotato di porta a infrarossi per comandare a distanza TV, set-top-box, lettori DVD, condizionatori, proiettori e altri dispositivi attraverso l’app Telecomando.
  • Il peso è di 190 grammi, ben bilanciato.
  • Lo slot per la microSD è condiviso con quello della SIM n.2.
  • Se si indossano occhiali da sole con lenti polarizzate e si mette il dispositivo in posizione orizzontale la visione di immagini e scritte è leggermente sfocata. Nessun problema con il dispositivo in posizione verticale.
  • La cover protettiva fornita in dotazione ha uno “sportellino” che ripara dalla polvere la porta USB Type-C.
  • Dalle Impostazioni è possibile attivare il doppio tocco per riattivare il display dallo stand by.

Acquista POCO M3 Pro 5G su GoBoo a partire da 159 Euro con spedizione gratuita

Offerta Surface Laptop Go

14 Commenti

  1. ☏ skravasso
  2. ☏ Vito
    • Golpe
      • ☏ skravasso
        • Golpe
          • ☏ skravasso
          • ☏ Vito
          • ☏ Vito
          • Golpe
          • ☏ Vito
          • Golpe
          • Golpe
          • ☏ Vito
  3. ☏ Vito

Aggiungi un commento

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.

Leggi e commenta tutti gli articoli dallaWindowsteca App per Android
+