Aspettando Mango: Comunicazione (parte 1)

A meno che non abbiate vissuto sottoterra negli ultimi 6 mesi, avrete avuto modo di sentire parlare di Windows Phone 7.5, altrimenti noto come Windows Phone Mango. Ormai sappiamo bene quanto casa Microsoft tenga a nomi in codice esotici e intriganti, ma quel che interessa veramente a noi consumatori è: quanto sarà succulento e maturo questo mango?

COMUNICAZIONE

Parlando di comunicazione su di uno smartphone, pensiamo immediatamente agli sms, alle conversazioni vocali e ai vari social network sulla cresta dell’onda (c’è chi mette al primo posto Facebook). Gli utenti Nokia sono ormai provati dalla storica visualizzazione “ricevuti, bozze, archivio, inviati”, gli amanti della mela morsicata sfoggiano da lungo tempo una grafica stile chat per gli sms, introducendo nella mente di quasi chiunque il concetto di “conversazione per sms”. Infine fu la riscossa di un piccolo omino verde, ignorato per qualche tempo dalla massa, ora oggetto di sconti e promozioni di convenienza quasi imbarazzante.

E Microsoft come si posiziona in questa evoluzione? Beh, questa volta bisogna ammettere che si classifica in una posizione di tutto rispetto. Già con Windows Phone 7 ha fatto enormi passi in avanti in termini di usabilità ed estetica, ma con Mango forse siamo di fronte a qualcosa di nuovo.


Il video parla da solo in termini di quali succulente novità ci troviamo di fronte, ma per tutti coloro che non masticano l’inglese farò una breve panoramica di quello che Mango ci offrirà.

Parlando di thread (trad. letterale filo), Joe Belfiore, la mente a capo della divisione Microsoft dedita allo sviluppo di Windows Phone, intende un tipo di conversazione che và ben oltre ai semplici messaggi di testo. L’idea alla base di tutto è la semplicità, potrete conversare con chi vi pare per sms, via facebook e windows live chat senza mai cambiare app e interfaccia di utilizzo.

Per esempio, se state parlando con un amico su facebook e quest’ultimo abbandona la chat per uscire di casa, con due semplici tocchi potrete continuare la conversazione per sms e avere sotto controllo il “thread” della conversazione.


Un’altra feature a lungo richiesta e finalmente presente in Mango è la possibilità di raggruppare i contatti, ma Windows Phone la realizza in maniera elegante e non banale. Creando un gruppo di amici o di colleghi di lavoro è possibile inviare un messaggio di testo a tutti i membri o avviare chiamate in conferenza con un singolo tocco. Ma se questo può non sembrare nulla di particolarmente diverso dal solito, bisogna toccare un gruppo e scorrere il dito verso sinistra per scoprire che Mango ci riserva molto di più. Tutte le notifiche dai social network (come Facebook, Twitter, LinkedIn e Windows Live Messenger) e le conversazioni dei membri di un gruppo sono raggruppate in un’unica visuale rendendo facile e veloce tenere sotto controllo gli aggiornamenti, le foto e i video delle persone alle quali tieni di più.

Per mantenere una forte integrazione e senso di omogeneità, un gruppo può essere trasformato in Live Tile e aggiunto allo Start Screen. In questo modo tenere sotto controllo le attività delle persone care rimane semplice quanto un rapido sguardo alla schermata del tuo Windows Phone.

Più Windows Phone si evolve, più sembra voler mantenere fede al suo motto “Designed to bring you the stuff you need and get back to what matters” (Pensato per darti le cose che ti servono e per ritornare a quello che realmente importa). E voi cosa ne pensate?

Nel prossimo articolo “Aspettando Mango: Comunicazione parte 2” parleremo di:

Scopri le offerte

Aggiungi un commento

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.

Leggi e commenta gli articoli di Windowsteca dalla nostraApp per Android e Windows Phone
+